IL GURU DICE CHE

IL VIAGGIO SENZA PASSAPORTO NELL’ATELIER FULCRO CREATIVO DELLA MAISON LV

Si può viaggiare anche rimanendo fermi.

Basta un dettaglio, uno sguardo, per far emergere un intero paesaggio, un trompe-l’oeil in cui è un piacere smarrirsi. Non ci sono confini nella zona franca dei sogni: dune scure di una spiaggia vulcanica, risaie ondeggianti sotto una brezza tiepida…

Questo viaggio senza passaporto si svolge nell’atelier Louis Vuitton di Asnières-sur-Seine, dove strati di pelle colorata formano una via di fuga per l’immaginazione. Ryōko Sekiguchi è una scrittrice di Tokyo che ha deciso di scoprire questo tempio della pelletteria. E ha portato la sua percezione a un livello completamente nuovo. Per l’autrice che ha fatto dell’indulgenza gastronomica il suo territorio di esplorazione, questi materiali nobili sono, soprattutto, ricordi delle cucine secondarie di chef stellati.

Tulì

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.